Pane all´aglio

Una ricetta forse non adatta a tutti ma se non avete programmato incontri galanti, ed in casa lo mangiano tutti, potrete gustare un pane delizioso che si abbina a tutti i piatti di carne e pesce.

Questo pane io lo cuocio nella pentola coccio della Römertopf. É semplicemente stupenda per fare il pane ma anche per preparare altre pietanze.

Prima di tutto va preparato l´aglio. Cercate di evitare aglio cinese di pessima qualitá e compratelo al mercato, se potete. Pulitelo tagliando via le parti esterne e la cima, ungetelo e chiudetelo in un cartoccio. Unitelo in forno ad una pagnotta che state cuocendo precedentemente. Non prende molto spazio e deve cuocere per 30 minuti a 180 gradi. Quando si sará raffreddato sará perfettamente cotto e si sbuccerá senza problemi.

Quest´aglio puó essere usato per mille mila usi in cucina quindi provatelo di sicuro.

INGREDIENTI

  • 700 gr di farina 0
  • 100 gr di farina integrale di grano
  • 35 gr di aglio arrostito
  • 300 gr di Prefermento alla Pat Pan di Pane
  • 550 ml di acqua
  • 10 gr di sale

Per il prefermento

  • 100 ml di licoli
  • 100 gr di farina
  • 100 ml di acqua

Lasciate il vostro prefermento a 18 gradi circa per 12-18 ore fino a che le bolle di superfice non iniziano a collassare, quindi sará pronto per límpasto.

PROCEDIMENTO

Setacciate le farine e mettetele nella ciotola o nellímpastatrice. Aggiungete acqua e mescolate. Fate riposare l´impasto. Quindi aggiungete il prefermento ed infine il sale. Fate puntare almeno 3 ore facendo giri di pieghe ogni 45 minuti. Quindi rivoltate l´impasto sulla spianatoia, stendetelo per bene ed aggiungete láglio tagliato a piccoli pezzettini. Chiudete la pagnotta della forma che piú vi aggrada ed attendete che raddoppi.

Infornare come sempre, nel vostro forno a 220 gradi con un pentolino di acqua calda per creare vapore. Oppure nella pentola chiusa in ghisa. Io abbasso la temperatura a 180 gradi dopo i primi 10 minuti. Nel mio forno, per una cottura ottimale, bastano 45 minuti. Lasciare raffreddare nel forno aperto.

Che la Forza del Lievito e l´odore dell´aglio sia con voi!

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Cinnamon Rolls con lievito madre.

Quando accidentalmente una mia amica Svedese e’ passata da casa e mi ha trovato ad impastare ha avuto la cattiva idea  di dire… ohh se avessi io la macchina per il pane forse mi potrei fare i Cinnamon Rolls che amo tanto.. sai io non amo avere le mani sporche di impasto ma se l’impasto lo fa lei…

TA DAAAAA

Si accende la luce feroce nel mio cervello… Cinnamon rolls hai detto…

ED ECCOLI QUA!

INGREDIENTI

Per l’impasto:
200 gr. di Licoli
400 gr Farina forte
1 uovo intero
1 tuorlo ( l´albume vi servirá per chiudere il rotolo, conservatevelo)
180 ml latte
70 gr. burro
100 gr. zucchero
5 gr. sale
Aroma di vaniglia.

Per il Ripieno:
100 gr. zucchero
100 gr. burro
4 cucchiai di cannella
30 gr. di farina

Per la Glassa:
zucchero a velo q.b.
Acqua bollente q.b.

PROCEDIMENTO

Mettete il vostro lievito in una ciotola e stemperatelo con del latte tiepido. Sbattete il composto fino a che non abbia fatto delle belle bollicine ed si sia sciolto.
Aggiungete il burro sciolto e le uova.
Sbattete nuovamente il composto.
Quando i liquidi sono tutti ben miscelati insieme aggiungete la bacca di vaniglia o l’aroma quindi, setacciate la farina e iniziate ad aggiungercela piano piano. Fatelo stesso con lo zucchero, aggiungetelo al termine della farina lentamente.


L’impasto e’ pronto quando incorda ovvero ha fatto una bella pallina attorno al gancio.
Ora prendetelo, mettetelo in una ciotola infarinata e fatelo puntare ovvero deve cominciare  a lievitare. Ci vorranno alemo due ore, dipende dal calore in casa vostra.


Lievita? Bene prendetelo, mettetelo nel frigo e dimenticatevelo.
Ora si sa che la manitoba regge lunghe lievitazioni quindi a seconda di quando volete servire i vostri rolls calcolate che dal momento in cui lo torerete fuori dal frigo vi servono ancora circa 8 ore!
Se li volete per colazione contate di svegliarvi almeno 2 ore prima di mangiare!
Il che non e’ molto agevole ma sono cosi’ buoni che magari ci provate!

Ora, prendete la vostra pasta dal frigo, stendetela a rettangolo di spessore circa 5-8 mm.
Avete preparato il ripieno? No?
Bene si fa cosi… a mano o con le fruste.
Il burro deve essere morbido.
Lo mischiate benissimo con lo zucchero fino a che non fa una bella cremina.
Aggiungete la cannella e mischiate ancora.
Fatto? Fatto.

Palmate questa cremina sul vostro rettangolo di pasta lasciando un lato piu’ libero per la chiusura.
Spennellate un poco di albume albume i lati del rettangolo liberi dall’impasto ed avvolgete.
Fatto? Fatto.
Ora prendete il rotolo e… se e’ ancora freddo tagliatelo a fettine di 2-3 cm.
Oppure mettetelo in frigo per un poco ben avvolto dalla plastica da cucina.

Ora che avete le vostre fettine belle belle, piazzatele sulla teglia del forno su della carta da forno.
Lasciatele le costre rotelle crescere nel forno finche’ non raddoppino.
Ci vorrano circa 6 ore.
Passate? Passate bene…

Ora il vostro burro e’ tutto ben sciolto? Si? Questa é la fase peggiore da tenere in considerazione. Bisogna rimettere al freddo le rotelle, quindi dovete avere abbastanza spazio nel frigo per far entrare le vostre teglie.
Se siete fortunati che e’ inferno piazzate tutto fuori in giardino se no vi tocca torvare il modo di infilare il tutto nel frigo… e se siete appena stati da Auchan e’ un gran probelma!

Beh ora che sono belle fredde le vostre Cinnamon Rlls e’ arrivato il momento di cuocerle in forno pre riscaldato a 160 gradi per 10-15 minuti.

Quando saranno pronte potete a gusto praprare la glassa di zucchero a velo.
Basta mettere lo zucchero in una ciotola e versarci gocce di acqua calda. Agitate con un frullino il composto che vi sembrerá diventato una crema bianca e fatela colora artisticamente sui Rolls e avete finito. Deve essere molto denso se no dará solo la sensazione di luciditá ai rolls senza veramente aggiungere strisce di zucchero.

Quando versate con il cucchiaio la glassa l´ideale sarebbe avere una griglia come questa dove posarli. Questo é un link ad Amazon Affiliate.

Ora potete godere il frutto del vosto lavoro.
Con il lievito di birra avreste finito in 4 ore…
Siete felici di esservi convertiti al LATO OSCURO ???

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Pane Acuto con Superfarina

Ci siamo gente ci siamo.

Avevo comprato questa farina che si chiama SUPERBAKE, prometteva di creare un lievitato fantastico. La Rauch é una ditta seria. Quindi ci ho creduto. É un misto di farina di farro integrale e farina di grano 0. Io che sono ignorante, nel senso che “ignoravo” che questa farina non andasse bene per il pane, a detta dei produttori, (Click qua per il sito della Rauch di Innsbruck) ho fatto il pane pensando che fosse un superpane e gente, per fortuna ho usato il TRUCCO MAGICO della GRANDISSIMA PAT PAN DI PANE e il pane é ottimo!

Come si forma il Pat-Fermento?

  • 100 ml di licoli
  • 100 ml di acqua
  • 100 gr di farina

Il Pat-femento deve maturare dalle 12 alle 18 ore. Quindi quando maturo va impastato con il resto degli ingredienti.

  • 500 gr di farina SUPERBACH oppure 300 gr di farina 0 e 200 di farina integrale di farro.
  • il prefermento
  • 180 ml di acqua
  • 10 gr di sale
  • un pizzico di malto

Impastate grossolananmente la farina con il prefermento, lasciatelo riposare almeno 10 minuti, quindi aggiungete il resto della farina ed infine il sale.

Eseguite le pieghe ogni 45 minuti, quindi attendere la prima fase di puntatura. Il mio é stato circa due ore.

Infarinate il cestino a triangolo. Non avete un cestino a triangolo? Non lo avevo nemmeno io, poi ho rimediato.

Cé´sia quello normale sia quello con cestino incorporato fighissimo.

Se ne volete uno … FATE CLICK QUI Per il cestino con fazzoletto figo.

OPPURE FATE CLICK QUI, per vedere il cestino normale senza fazzoletto ma che vi fa le strisce di farina che sono molto decorative.

per ordinarlo e ricordatevi che se fate click sarete rediretti ad un link di Amazon Affiliate.

Qualche consiglio sul cestino.

Prima di mettere il pane, infarinatelo come se non ci fosse un domani. Inoltre passate bene la mano con tanta farina tra le corde di bambú. La farina deve penetrare ovunque. Quindi infarinate la vostra pagnotta come se non ci fosse un domani e dopo averla riposta nel cestino mettete altra farina sopra perché non si sa mai.

Il mio trucco per tenere gli impasti umidi e non farli seccare é chiuderli in una busta di plastica facendo una cupola d´aria. L´ho visto fare da Ken Forkish. Vi faró un video promesso.

Quando il pane sará lievitato, cuocetelo a forno statico a 220 gradi per i primi 10 minuti poi scendete a 180 gradi per altri 30. Se la crosta vi piace piú croccante allungate i tempi. Il mio forno é abbastanza forte. Se eccedo brucia tutto… sará un forno a cui piacciono le pagnotte OSCURE!

Che La Forza Del Lievito sia con VOI.

A presto

Laura

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Focaccia Veloce con Pasta Madre

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Questa ricetta viene direttamente dal mio amico Ilario del Blog, Il Grembiule Rosso. Dopo il rinfresco rituale della sua pm solida ha deciso di servire a tavola una focaccia.

Secondo voi, se a tavola compare una focaccia, qualcuno si lamenta?

Credo proprio di no!

Ma per far servire in tavola una focaccia corccante, e perfettamente cotta, bisogna assolutamente che gli ingredienti siano di qualitá, possibilmente BIO e dotarsi du una buona teglia in FERRO BLU. Dopo un poco di ricerche ho notato che alcune teglie sono fantastiche, altre perdono il rivestimento e sono un disastro. Conviene acquistarle di qualitá e sembra, e dico sembra che le Ballerini siano le migliori.

CLIKKA QUI PER VEDERLE SU AMAZON

Vediamo ora se avete tutto quello che vi serve:

Ingredienti:

500 gr di Farina 0 medio forte – (10 o 12 gr)
160 gr di Pasta Madre Solida Matura
300 ml di acqua, possibilmente frizzante
10 gr di Sale per límpasto e sale grosso per la superfice
Olio q.b.

Procedimento:

Setacciate la farina in modo da farla arieggiare, unite l´acqua con un leggero impasto e fate riposare. Dopo una decina di minuti aggiungete la pasta madre ed impastate. La madre solida, é sempre meglio lasciarla stemperare in acqua prima di aggiungerla. In fine aggiungere il sale e mettere a lievitare.

Eseguire i tre giri di pieghe ogni 45 minuti. Dopo circa 3 ore versate l´ impasto sulla vostra teglia da forno blu e lasciate che l´impasto si alzi, ci vorrá circa un´ora me mezza se non di piú.

Quando vi sembra pronta, premete l´impasto con le mani e formate i buchi, spargete un´emulsione di olio ed acqua sull´impasto, cospargete di sale grosso e infornate a 220 gradi in forno statico per 20 minuti.

Buon Appetito

Challah con Lievito di Birra

Per la ricetta con Lievito Madre premi qua!

Molti di noi non hanno la pasta madre.

Altri semplicemente non hanno il tempo, o amano il lievito di birra.

Qua sopra potete vedere il risultato finale di una Challah fatta da me. E´stupenda solo a guardarla. Per la cottura ho usato i contenitori per il pane di terracotta della Römertopf.

CONTENITORE SU AMAZON

Ne ho due, ne metto uno sopra l´altro ed ho risolto. Sono fantastici e preservano dall´umiditá. Se volete dargli uno sguardo questo é il link ad Amazon Affiliate e nel caso li comprerete starete anche aiutando il lato oscuro a fornirvi nuove idee e ricette.

Ecco per voi la versione della Challah con il lievito di birra.

La Challah é un pane abbastanza semplice. Non é nemmeno burroso perché non contiene burro. Infatti piú che una brioche é un pane.

Non é nemmeno molto dolce, si puó mangiare anche salato, e devo veramente provarlo.

INGREDIENTI

1 kg di farina Forte

7 gr di lievito di birra secco,

350 ml di acqua

3 uova di cui 2 rossi ed uno intero

100 gr di zucchero

80 gr di miele

un pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Impastate  due terzi della farina con il lievito di birra e lo zucchero usando una parte dell´acqua.

Attenzione. L’umidita’ del vostro impasto e’ variabile in base al tipo di farina che usate.

Cercate di fare un primo impasto non molto appiccicoso quindi consiglio prima di tutto di usare 1/3 dell’acqua per sciogliere bene il lievito madre. Quindi aggiungete la farina a pioggia lentamente e fate incordare aggiungendo l’eventuale acqua necessaria.

Segnatevi quanta acqua avete aggiunto. E tenetelo a mente.

Mettete il panetto cosi’ formato a riposare per 1 ora.

Potete anche inseritelo in frigo e dimenticatelo fino all’indomani.

Nessun problema se non e’ cresciuto. Tranquilli. I lieviti han fatto di sicuro il loro lavoro.

Prendete il panetto, fatelo acclimatare se era nel frigo, mettetelo nell’impastatrice ed aggiungeteci il restante degli ingredienti tra cui le uova e alla fine, quando tutto e’ ben incordato, fermate l’impastatrice, fate riposare per 10 minuti e poi, quando il glutine dell’impasto si sara’ rilassato, inserite lentamente il restante dell’acqua.

L’impasto deve risultare appccicoso ma incordato.

Non esagerate con l’acqua, ma ricordate che volete un impasto ben idratato.

Prendete l’impasto, mettetelo a riposare in una ciotola oliata, a temperatura ambiente.

Per tre volte, ogni 15 minuti fate delle pieghe in ciotola per dare forza all’impasto.

Bagnatevi le mani di acqua e tirate i lembi dell’impasto dall’esterno verso l’interno.

Dopo queste pieghe l’impasto dovra’ crescere e raddoppiare.

Ci mettera’ circa 3 ore o anche meno.

Quando e’ raddoppiato. Capovolgetelo sul piano da lavoro. Nota importante OLIATE IL PIANO DI LAVORO, non vi serve farina

Divdietelo in tante parti quante trecce di Challah volete intrecciare.

Fate delle palline.

Bagnatevi le mani di olio.

Stirate ogni pallina con le mani o con il matterello formando delle striscioline.

Usate sempre tanto olio, sia sul piano da lavoro che sulle mani.

Quando le striscie saranno pronte, o le imbottite come ho fatto io, a vostra scelta o le lasciate semplici e quindi, chiudete a pacchetto, fate incollare bene i lembi facendo pressione, arrotolate il tutto riformando un cilindro ed intrecciatele.

Se invece della solita treccia volete provare a fare la rosa di challah ecco come si intrecciano le braccia.

In generale sappiate che una Challah di 6 strisce cresce e si alza di piu’ di una a 3.

La vostra Challah e’ pronta.

Mettetela sulla carta da forno e attendete che raddoppi.

Forse ci vorra’ un’oretta o forse due.

Raddoppiata spennellatela di rosso d’uovo e latte, oppure, per chi non ama l’odore dell’uovo, latte e zucchero.

Infornatela con forno caldo a 220 gradi.

Abbassate la temperatura del forno a 180.

Attendete 10 minuti quindi tirate la challah fuori e rispalmate il composto di uovo e latte, o, latte e zucchero nelle parti che vi sembrano non bagnate.

Rinfilate la Challah in forno e cuocete a 180 gradi per altri 30 minuti.

Se si scurisce troppo, coprite con carta argentata.

Il cuore della brioche deve raggiungere tra i 95 e 100 gradi.

Quindi e’ pronta.

E’ meglio se la temperatura interna si arresta a 97 gradi.

Come fare a misurare la temperatura interna?

Con un termomentro a Punta.

É cosí sensibile che mia mamma lo usa anche per misurare la temperatura nelle stanze di casa e lamentarsi che in Tirolo fa freddo e che io non riscaldo casa a sufficienza.

Questo qui é il mio. Si vede?

Il link é di Amazon affiliate, quindi se decidete di acquistarlo ricordate che state dando alla mia mamma un motivo in piú per usarlo, perché é buono ed affidabile, e state donando un soldo galattico a questo Jedi che scrive.

La Challah restera’ morbida per piu’ tempo e non si secchera’ come pane raffermo.

Fate raffreddare.

Se ci riuscite.

E buon appetito.

La vostra fatica sara’ ripagata dalla bonta’ e dalla bellezza del leivitato.

CHE LA FORZA DEL LIEVITO MADRE SIA CON VOI !

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Challa – Brioche Intrecciata

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

La via della FORZA e’ lunga e seminata di insidie.

Si puo’ cercare di imparare da altri Jedi i trucchi per gestirla al meglio ma solo la pratica, la meditazione, e l’attesa rende i suoi frutti e da semlice Padawan si puo’ diventare Jedi.

Insomma.

Se non avete tempo la pasta madre non fa per voi.

Meglio il vecchio amico saccharomyces cervisiae chiamato dai suoi amici lievito di BIRRA.

Poiché tra poco é PASQUA bisogna allenarsi nei dolci Pasquali

Tutti si cimentano con le Colombe bianche e glassate alla perfezione.

La Challah é il Pane delle feste Religiose Ebraiche.

Ma non per Pasqua

Ecco il mio impasto Challah riempito di gocce di cioccolato.

https://amzn.to/2EovOZJ

Il link sotto la foto porta direttamente alla pagina Amazon dove potete trovare le terracotte della Römertopf che uso io. Se nel caso le acquistiate sappiate che state donandno una moneta galattica a questo Jedi del pane.

Io le ho trovate per caso da un rigattiere qua in austria, una era sbeccata, quindi me le ha date entrambe a 20 euro. Le uso sempre.

Il prezzo é intorno ai 20 euro ognuna. E sono eterne. A meno che non vi cadano a terra!


https://amzn.to/2EovOZJ

Il pane resta umido e non brucia. E questa Challah é cresciuta protetta e alta. Fantastica.

https://amzn.to/2Xw3mOn

Se lo guardate bene dovrebbe ricordarvi l´anello di Salomone.

Questa ricetta mi é stata data da una Signora Ebrea su un gruppo FB.

Riporto le dosi come lei me le ha date ma consiglio vivamente di farne mezza dose perché cresce a dismisura.

Quindi ho studiato ben bene la situazione ed ecco qua una buona ricetta per fare o

1 GRANDE CHALLAH

o

2 MEDI CHALLAH

o circa una 20ina di Piccole Challine ching chung chang

INGREDIENTI

85 gr. di Pasta Madre Solida Matura ( rinfrescata e raddoppiata prima dell’impasto)

450 gr di Farina ( 200 Manitoba, 100 Farina 0,  100 Integrale e 50 Farro)

4 uova ( 3 solo i rossi e 1 intero)

320 ml circa di acqua

80 gr. di zucchero ( ma dipende quanto dolce la volete, questo ingrediente puo’ variare a gusto)

1 cucchiaino di malto

7 gr. di sale

20 ml olio di semi ( nel mio caso oliva, ma puo’ essere girasole o colza o quello che preferite)

PREPARAZIONE

Impastate  due terzi della farina con la pasta madre e 2/3 dell’acqua.

Attenzione. L’umidita’ del vostro impasto e’ variabile in base al tipo di farina che usate.

Cercate di fare un primo impasto non molto appiccicoso quindi consiglio prima di tutto di usare 1/3 dell’acqua per sciogliere bene il lievito madre. Quindi aggiungete la farina a pioggia lentamente e fate incordare aggiungendo l’eventuale acqua necessaria.

Segnatevi quanta acqua avete aggiunto. E tenetelo a mente.

Mettete il panetto cosi’ formato a riposare per 1 ora fuori dal frigo.

Poi inseritelo in frigo e dimenticatelo fino all’indomani.

Nessun problema se non e’ cresciuto. Tranquilli. I lieviti han fatto di sicuro il loro lavoro.

Prendete il panetto, fatelo acclimatare, mettetelo nell’impastatrice ed aggiungeteci il restante degli ingredienti tra cui le uova e alla fine, quando tutto e’ ben incordato, fermate l’impastatrice, fate riposare per 10 minuti e poi, quando il glutine dell’impasto si sara’ rilassato, inserite lentamente il restante dell’acqua.

L’impasto deve risultare appccicoso ma incordato.

Non esagerate con l’acqua, ma ricordate che volete un impasto ben idratato.

Prendete l’impasto, mettetelo a riposare in una ciotola oliata, a temperatura ambiente.

Per tre volte, ogni 45 minuti fate delle pieghe in ciotola per dare forza all’impasto.

Bagnatevi le mani di acqua e tirate i lembi dell’impasto dall’esterno verso l’interno.

Dopo queste pieghe l’impasto dovra’ crescere e raddoppiare.

Ci mettera’ circa 3 ore o anche meno.

In questo video potete vedere me e la mia piccola che mostriamo l´impasto raddoppiato e formiamo la Treccia e la Challah tonda

Quando e’ raddoppiato. Capovolgetelo sul piano da lavoro.

Quando le striscie saranno pronte, o le imbottite come ho fatto io, a vostra scelta o le lasciate semplici e quindi, chiudete a pacchetto, fate incollare bene i lembi facendo pressione, arrotolate il tutto riformando un cilindro ed intrecciatele.

Fate delle palline.

Bagnatevi le mani di olio.

Stirate ogni pallina con le mani formando delle striscioline.

Ecco un Video sul come intrecciare la Challah tonda:

Usate sempre tanto olio, sia sul piano da lavoro che sulle mani.

Quando le striscie saranno pronte, intrecciatele.

In generale sappiate che una Challah di 6 strisce cresce e si alza di piu’ di una a 3.

La vostra Challah e’ pronta.

Mettetela sulla carta da forno e attendete che raddoppi.

Forse ci vorra’ un’oretta o forse due.

Raddoppiata spennellatela di rosso d’uovo e latte, oppure, per chi non ama l’odore dell’uovo, latte e zucchero.

Infornatela con forno caldo a 220 gradi.

Abbassate la temperatura del forno a 180.

Attendete 10 minuti quindi tirate la challah fuori e rispalmate il composto di uovo e latte, o, latte e zucchero nelle parti che vi sembrano non bagnate.

Rinfilate la Challah in forno e cuocete a 180 gradi per altri 30 minuti.

Se si scurisce troppo, coprite con carta argentata.

Il cuore della brioche deve raggiungere tra i 95 e 100 gradi.

Quindi e’ pronta. Ecco il risultato finale.

E’ meglio se la temperatura interna si arresta a 97 gradi.

Come fare a misurare la temperatura interna?

Con un termomentro a Punta.

É cosí sensibile che mia mamma lo usa anche per misurare la temperatura nelle stanze di casa e lamentarsi che in Tirolo fa freddo e che io non riscaldo casa a sufficienza.

Questo qui é il mio. Si vede?

Mentre questo é quello di Daniele:

https://amzn.to/36uaI8F

Il link é di Amazon affiliate, quindi se decidete di acquistarlo ricordate che state dando alla mia mamma un motivo in piú per usarlo, perché é buono ed affidabile, e state donando un soldo galattico a questo Jedi che scrive.

https://amzn.to/2NyuPdy

La Challah restera’ morbida per piu’ tempo e non si secchera’ come pane raffermo.

Fate raffreddare.

Se ci riuscite.

E buon appetito.

La vostra fatica sara’ ripagata dalla bonta’ e dalla bellezza del leivitato.

CHE LA FORZA DEL LIEVITO MADRE SIA CON VOI !

PUSTERER BREATL – Pane del Südtirol

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Questo é un Pusterer Breatl. 

Questa ricetta é tipica del SüdTirol.Ora io invece vivo in Tirol e da me non si trova.

Ma il caro amico immigrato Siciliano in Austria Massimiliano mi ha mollato due chili di farina südtirolese e mi ha detto… VAI E PANIFICA.

O quasi. E quindi io ora vi racconto di cosa avete bisogno per provare a ripetere questa ricetta a casa vostra.

Vi serve o la farina giá pronta e via.Provata ed é venuto bene.

Oppure vi tocca munirvi di:

  • 200 g Roggenmehl ovvero Farina di Segale
  • 200 ml di acqua
  • 5 gr di lievito di birra

Se volete provare con il lievito madre:

Dovrebbe bastare una pallina da 20 gr di solida o 50 ml di licoli.

Tuttavia io e la segale non adiamo molto d´accordo e i pani integrali se non trattati con molta attenzione tendono ad inacidire. Vi sono degli accorgimenti da seguire per far si che non accada ma non sono facili da seguire. Come temperature basse e quantitá di lievito alte. Inoltre e´da tener persente che bisognerebbe usare lievito madre ottenuto da segale e non quello comune per farina. In generale qui tutti fanno lievitazioni miste.

Tornaimo al procedimento

Unire gli ingredienti e formare il prefermento.

Lasciatelo al caldo.

Quando il prefermento sará pronto unitelo a:

  • 500 g Roggenmehl – Farina si Segale
  • 300 g Weizenmehl – Farina di Grano O
  • 900 ml Acqua (40 °C)
  • 10 gr di lievito
  • 20g Sale
  • 5 g Finocchietto
  • 5 g Cumino
  • 5 g Coriandolo
  • 10 g Trigonella ( facilissima da trovare in tutti i supermercati certo… ) anche detto Fieno Greco. Sotto límagine con il link ad amazon per farsi un´idea.

La segale é in grado di assorbire tanta acqua quanto il suo peso ma attenzione il composto é molto colloso.

Avendo un contenuto di glutine pari a zero ricordatevi che non cresce, rimane piatto, come nella foto e se non volete fare i panini dovete mettere la forma in una CASSETTA.

Queste sono le mie:

Non dimenticate che dovete imburrare e infarinare le teglie o límpasto vi si attaccherá!

Per qualche consiglio vedere anche l´altro mio post su come far restare attaccati i semini al pane dove ci sono altri consigli e contenitori.

Per le pieghe attenzione alla collositá.

Io non le ho fatte se non per formare le pagnotte.

Che LA FORZA DEL LIEVITO FACCIA CRESCERE IL VOSTRO PANE.

Quando sono cresciute, cuocere a 230 gradi per circa 35-45 minuti.

Si conservano molto bene.

CHE LA FORZA DEL LIEVITO SIA CON VOI!