Naan – Pane Indiano

Questo Blog partecipa al programma di Amazon Affiliate al fine di potervi mostrare con piú facilmente i prodotti da me usati e quelli che vi consiglio di usare. Il che vuol dire che nel caso acquistiate un qualsiasi prodotto da Amazon é possibile che io riceva una piccolissima commissione. Grazie per la fiducia e per essere passati qui.

Il pane, la cosa più buona e democratica del mondo.

Senza pane non c’è vita. Ed è per questo che quando gironzoli tranquillo tra le vie dei piccoli villaggi indiani la cosa che ti chiedono di più i bambini è… comprami il PANE. E come fai a resistere. Non chiedono soldi chiedono di comprargli un pezzo di pane.

Il pane in India è buonissimo e tre pani sono estremamente comuni.

Roti

Chapati

Naan

Inutile sottolineare che il sapore che i cibi hnanno in india non è nemmeno lontanamente ripetibile in europa. Ma ci possiamo avvicinare.

Prima di tutto in India il frigorifero è un lusso, quindi la maggior parte delle volte si mangiano verdure perchè il rischio che la carne sia in decomposizine… vi consiglio di evitarla.

Le verdure si servono in salse gustose e piccanti che si chiamano Masala, il curry è un misto di spezie non una spezia. Il Curry Masala è un mix di spezie chiamate curry.

Ma passiamo al pane.

Il Naan, i Roti e le Chapati si cuociono tutti nel forno indiano che è una giara di terracotta profondissima infilata nel terreno che prende il nome di tandori. Il tandoti si scalda e sui bordi roventi si poggia il pane a cuocere. Inutile dire che si cuoce in un secondo.

A casa possiamo provare a cuocere il naan usando una padella in ghisa o ferro molto molto calda. Io la uso anche per le piadine e le tigelle e la mia è simile a questa.

Oggi parliamo del Naan, il più sofisticato dei pani indiani. Questa ricetta è di base. Alla fine della cottura il Naan ancora caldo va spalmato di burro, se si vuole di aglio e coriandolo.

Eiste anche la versione al formaggio ripieno ed è davvero da sballo ma non è pane di base…

Il Naan è morbido grazie alla presenza del latte o dello yogurt. Passiamo agli ingredienti.

Prima di tutto la farina non deve essere forte perchè è un pane lievitato ma non è quella cosa da mostrare caverne agli amici per farsi dire bravooooo. E’ buono anche senza complimenti.

INGREDIENTI

  • 320 gr di farina 0
  • 150 gr. di yogurt bianco intero
  • 150 ml di licoli
  • 7 gr. di sale
  • una punta di bicarbonato

Mischiate licoli e yogurt, poi versate la farina possibilmente setacciata ed impastate. Quando l’impasto sta per incordare aggiungete il sale e il bicarbonato. Coprite con un telo bello doppio o in un contenitore con tappo ed attendere il raddoppio.

Se non avete fretta e volete preparare il naan la sera, stendero al mattino e mangiarlo a pranzo allora potete provare così:

  • 320 gr. di farina
  • 50 ml di licoli
  • 120 ml di latte
  • 120 gr. di yogurt
  • 7 gr di sale
  • un pizzico di bicarbonato.

impastate yogurt e licoli, poi aggiungete le farine, il sale e il bicarbonato. L’impasto sarà ancora stracciato ed è qui che potete aggiungere il latte che può variare da 120 ml a 150.

In entrambi i casi l’ impasto del naan risulta perfettamente incordato ma leggermente appiccicoso. E’ normale. Spruzatelo leggermente di farina e lasciatelo raddoppiare.

Non deve essere al massimo sviluppo nè la prima lievitazione può durare troppo considerando che non state usando farine forti è sconsigliato lasciare il pane troppe ore in puntatura. Anzi, questa deve essere breve.

Quando il pane inizia a crescere si possono già iniziare a fare le palline da circa 80-100 gr come per le pizze e metterle nuovamente a lievitare.

A questo punto, quando le palline son ben cresciute potete scaldare rovente la padella in ghisa e poi abbassare la temperatura a medio alta. Quando la padella è calda stendete la pallina sottilmente e mettetela subito sulla padella bollente.

Vedrete che si formano le bolle in superfice, ecco la magia del naan.

Per avere del naan semplice, girare un paio di volte il pane sulla padella e metterlo poi in un piatto per servirlo.

Il naan si vede spesso doppio mezzo centimetro ma è sbagliato. Quello è il naan imbottito. Il pane semplice è sottile ed elastico, adatto per essere staccato a pezzetti ed usato come cucchiaio.

Ora… per chi ama mangiare cose splendide c’è la versione con il burro.

Prendete il burro o il ghee ( burro chiarificato), fatelo sciogliere e metteteci (a gusto) aglio, ed erbe aromatiche.

Prima di cuocere il naan spalmatelo di burro da entrambe le parti. Logicamente durante la cottura si friggerà leggermente creando anche del bel fumo in cucina, per questo preferisco sempre cucinare fuori interrazza anche se fuori sono meno venti… ma il gusto vuole la sua parte e son pigra non amo lavare tutta la cucina.

Quando avrete fritto il naan, ancora caldo metteteci ancora uno strato di burro all’aglio e una spruzzatina di sale in superfice.

Mangiarlo caldo è la morte sua… chi riesce ad aspettare che si freddi mi scriva perchè è un Super Eroe.

Che la forza del lievito sia con voi.

Ciao alla prossima

-Laura

Segna anche tu questa ricetta sul tuo “Diario del Pane”, per saperne di più… guarda il link.

IL MIO DIARIO DEL PANE

Alterative

Con il lievito di birra

  • 400 gr di Farina
  • 250 gr di yogurt
  • 4 gr di lievito di birra
  • 7 grammi di sale
  • un pizzico di bicarbonato di sodio

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: